Perché visitare Sauris?

Situato nelle affascinanti Alpi Carniche, Sauris è un incantevole borgo alpino che conserva intatte le sue tradizioni culturali e naturali. Conosciuto localmente come Zahre, questo piccolo gioiello è raggiungibile attraverso la stretta valle del Lumiei, un percorso suggestivo dominato dalle imponenti cime dolomitiche che si riflettono nelle acque cristalline del Lago di Sauris. Il borgo, adagiato tra i 1000 e i 1400 metri di altitudine, è circondato da verdi pascoli e malghe che caratterizzano il paesaggio montano.

Casa di montagna in legno con vista sulle Alpi Carniche, Sauris Mucche al pascolo su prati verdi nelle Alpi Carniche, Sauris

La storia di Sauris risale al XIII secolo, con origini che si intrecciano tra leggenda e realtà storica. Fondato da coloni germanici, il borgo ha mantenuto viva una lingua unica, il saurano, un antico dialetto tedesco che ancora oggi viene parlato e tutelato. Questa particolarità linguistica è solo uno degli aspetti che rendono Sauris un luogo unico nel panorama culturale italiano.



L'ambiente naturale di Sauris è straordinariamente vario e incontaminato. Ogni stagione regala paesaggi mozzafiato: dai prati fioriti e cieli azzurri dell'estate ai boschi infuocati dall'autunno, fino alla candida neve invernale e alle colorate fioriture primaverili. Questo rende Sauris una meta ideale per chi ama la natura e desidera vivere esperienze autentiche in montagna.

Non solo natura, ma anche cultura e tradizione gastronomica: Sauris è famosa per il suo prosciutto leggermente affumicato e per la birra artigianale Zahre. I visitatori possono immergersi nelle tradizioni locali partecipando a eventi come il caratteristico Carnevale saurano o esplorando le antiche chiese e botteghe artigiane del borgo.

Grazie alla sua atmosfera accogliente e alla ricchezza delle sue offerte turistiche, Sauris rappresenta una destinazione imperdibile per chi cerca un'esperienza autentica tra cultura, natura e tradizione.

Cosa vedere a Sauris?

Sauris non è solo un gioiello naturale, ma anche un tesoro di architettura storica, con edifici che raccontano secoli di storia e tradizioni. Le due principali chiese del borgo, la Chiesa di San Lorenzo a Sauris di Sopra e il Santuario di Sauris di Sotto, sono esempi significativi di questo patrimonio. La Chiesa di San Lorenzo è famosa per il suo altare seicentesco, un'opera d'arte di Michael Parth, noto scultore del Tirolo. Il suo campanile, con una cuspide alta ricoperta di scandole, è un simbolo distintivo del borgo.

Il Santuario di Sauris di Sotto conserva al suo interno un prezioso altare del 1524, anch'esso opera di Michael Parth, con porte lignee intagliate e dorate. Questo luogo di culto è meta di pellegrinaggi da secoli, grazie anche alla presenza di una reliquia di San Osvaldo, molto venerata dai fedeli. Le chiese, con i loro elementi architettonici unici e le opere d'arte sacra, non solo sono centri spirituali, ma anche custodi della storia e della cultura locale.

AVVENTURATI NELLA NATURA: RAFTING E CANYONING TI ASPETTANO!

Unisciti a migliaia di avventurieri che hanno trasformato il loro tempo libero in ricordi indimenticabili. Esperienze uniche per ogni età e livello, nel cuore della Val d'Arzino. Pronto per l'avventura?

SCOPRI LE ATTIVITÀ

L'architettura di Sauris si distingue anche per le sue abitazioni tradizionali, costruite con tecniche che riflettono l'ingegnosità dei suoi abitanti. Le case sono realizzate in legno e pietra, materiali facilmente reperibili nella zona, e presentano tetti spioventi coperti di scandole per resistere al peso della neve invernale. Questi edifici non sono solo funzionali, ma anche esteticamente armoniosi, integrandosi perfettamente con il paesaggio montano.

Un altro luogo di grande interesse è il Centro Etnografico Haus van der Zahre, un museo che racconta la storia e le tradizioni del borgo. Qui è possibile scoprire l'arte, l'artigianato e la vita quotidiana degli abitanti di Sauris attraverso esposizioni di oggetti antichi e fotografie storiche.

Cosa fare a Sauris?

Sauris è un paradiso per gli amanti della natura e delle attività all'aria aperta. Immerso nelle Alpi Carniche, questo borgo offre una vasta gamma di opportunità per esplorare e godersi il paesaggio montano. Le escursioni e i percorsi trekking sono tra le attività più popolari, grazie alla fitta rete di sentieri che si snoda tra boschi, pascoli e antichi stavoli.



Uno dei percorsi più suggestivi è il Giro delle Malghe, un'escursione che attraversa gli antichi stavoli, strutture rurali in legno e pietra utilizzate per la conservazione del fieno e il ricovero del bestiame. Questo percorso offre viste panoramiche mozzafiato e permette di immergersi nella natura incontaminata, passando per località come Raitrn e Hinterdoble.

Un'altra avventura imperdibile è l'escursione al Monte Olbe, che offre splendide viste sul Lago di Sauris e la possibilità di esplorare la fitta faggeta. Il sentiero, che parte da Lateis, conduce attraverso panoramiche carrarecce e radure montane fino alla Baita Minigher e al Rifugio Eimblatribn, offrendo un'esperienza unica a contatto con la natura.

Una delle esperienze più adrenaliniche è sicuramente la Zip Line Sauris, che consente di volare sopra il Lago di Sauris, offrendo una vista spettacolare e un'avventura emozionante. La zip line si estende per oltre due chilometri, attraversando boschi e paesaggi mozzafiato.

Vista aerea del Lago di Sauris con montagne circostanti Lago di Sauris all'alba con nebbia e montagne riflettenti nell'acqua

Per chi cerca un'esperienza più rilassante, il Lago di Sauris è il luogo ideale per attività come il kayak, la pesca sportiva e le escursioni in canoa. Il lago, con le sue acque cristalline, è circondato da una corona di montagne che rendono il paesaggio ancora più suggestivo. Inoltre, per gli appassionati di birdwatching, le sponde del lago e i boschi circostanti sono habitat di numerose specie di uccelli. Gli amanti del relax possono anche godersi una giornata al Grien SPA, un centro benessere dove è possibile usufruire di piscine, saune e trattamenti termali.

Durante l'inverno, Sauris si trasforma in un paradiso per gli sport invernali. Oltre allo sci alpino e allo sci di fondo, è possibile praticare escursioni con le ciaspole, tour in motoslitta e gite in slitta trainata da cavalli. Queste attività offrono modi diversi di esplorare il paesaggio innevato e godersi l'atmosfera invernale del borgo.

Eventi a Sauris

Il Carnevale di Sauris, conosciuto localmente come "Der Zahrar Voschankh", è uno degli eventi più antichi e affascinanti dell'arco alpino, radicato profondamente nella storia e nelle tradizioni del borgo. Le celebrazioni, che si svolgono tra Sauris di Sopra e Sauris di Sotto, sono caratterizzate da maschere intagliate nel legno, create con maestria dagli artigiani locali. Queste maschere si dividono in "scheana schembln" (maschere belle) e "scheintena schembln" (maschere brutte), ognuna con il suo specifico significato e ruolo nel folklore locale.

I protagonisti principali del Carnevale saurano sono il Rölar e il Kheirar. Il Rölar, con il viso annerito dalla fuliggine e grandi sonagli legati alla cintura, attraversa il borgo per annunciare l'inizio delle festività. Il Kheirar, invece, è il re del Carnevale, riconoscibile dalla sua maschera in legno e dalla scopa con cui simbolicamente spazza via l'inverno, invitando la comunità a prepararsi per la primavera. Questi personaggi guidano un corteo illuminato da lanterne attraverso i boschi, creando un'atmosfera magica e suggestiva che culmina in un grande falò propiziatorio.

Oltre al Carnevale, Sauris conserva numerose altre tradizioni religiose e folkloristiche. Durante il periodo natalizio, il "Giro della Stella" vede i saurani percorrere le borgate con una stella illuminata, intonando antichi canti augurali. A Pasqua, i bambini sostituiscono il suono delle campane con le loro raganelle, rendendo omaggio alla Passione di Cristo.

Queste celebrazioni non solo mantengono vive le tradizioni locali, ma attirano anche numerosi visitatori che desiderano immergersi nella cultura autentica di Sauris. L'evento offre un'opportunità unica per scoprire la ricchezza del folklore alpino, vivere momenti di convivialità e degustare le prelibatezze gastronomiche tipiche, come il prosciutto di Sauris e la birra artigianale Zahre.

Fiori colorati su una parete di legno decorata a Sauris Tradizionale casa di legno a Sauris con legna da ardere e decorazioni floreali

Dove mangiare a Sauris?

La gastronomia di Sauris è un elemento fondamentale che racconta la storia e le tradizioni del borgo, offrendo ai visitatori un vero e proprio viaggio nei sapori autentici delle Alpi Carniche. Il prodotto più famoso è senza dubbio il Prosciutto di Sauris IGP, un prosciutto crudo leggermente affumicato con legno di faggio, che si distingue per la sua dolcezza e morbidezza. Questo prosciutto è prodotto secondo tecniche antiche che sono state tramandate di generazione in generazione presso il Prosciuttificio Wolf, uno dei più rinomati della regione.



Oltre al prosciutto, Sauris è conosciuta per una varietà di altri prodotti tipici. Tra questi spicca lo speck, preparato con un processo di affumicatura naturale e stagionatura che gli conferisce un sapore unico e intenso. Anche i salumi, come la pancetta e il cotechino, fanno parte della tradizione culinaria saurana e sono molto apprezzati per la loro qualità artigianale.

La tradizione casearia di Sauris è altrettanto ricca. I formaggi di malga, prodotti durante la stagione estiva quando le mucche pascolano liberamente sui prati di alta quota, sono celebri per il loro gusto robusto e la loro consistenza cremosa. Tra i più noti ci sono il formaggio di malga stagionato e il caprino, entrambi perfetti da gustare con il miele di montagna locale o con le marmellate di piccoli frutti.

La birra artigianale Zahre Beer è un altro fiore all'occhiello della produzione locale. Prodotta con l'acqua pura delle sorgenti di Sauris, questa birra non è filtrata né pastorizzata, mantenendo così intatti tutti i sapori e gli aromi naturali. Disponibile in diverse varianti, tra cui la birra affumicata e la birra chiara, la Zahre Beer è un accompagnamento ideale per i salumi e i formaggi della zona.

Infine, la cucina di Sauris offre una serie di piatti tradizionali che utilizzano ingredienti locali. Tra questi i gnocchi di patate con ricotta affumicata e speck e il frico rappresentano perfettamente la semplicità e la bontà della cucina montana. Questi piatti possono essere gustati nei ristoranti e nelle malghe del borgo.

Dove dormire a Sauris?

Sauris è un esempio eccellente di come il turismo possa essere sviluppato in modo sostenibile, valorizzando la cultura locale e l'ambiente naturale. Il borgo ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di "Best Tourism Village" dall'Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite, grazie al suo modello di ospitalità diffusa e alle sue pratiche sostenibili.



L'Albergo Diffuso di Sauris è il cuore di questo approccio innovativo all'ospitalità. Questo modello prevede la ristrutturazione di edifici storici e case tradizionali, utilizzando materiali naturali e locali, per creare alloggi per i turisti, distribuiti all'interno del borgo. Gli ospiti possono vivere un'esperienza autentica, integrandosi nella comunità locale e godendo della vita quotidiana del borgo, come veri "abitanti temporanei". Questo tipo di ospitalità non solo preserva il patrimonio architettonico, ma contribuisce anche a combattere lo spopolamento delle aree montane.

Sauris rappresenta un modello di eccellenza nel turismo sostenibile, dove l'ospitalità diffusa, il rispetto per l'ambiente e l'integrazione con la comunità locale sono i pilastri fondamentali. Questo approccio non solo migliora la qualità della vita dei residenti, ma offre anche ai visitatori un'esperienza unica e autentica.

Come arrivare a Sauris?

Il modo più semplice per raggiungere Sauris è in auto. Se provieni dal Friuli Venezia Giulia, prendi la SS52 da Tolmezzo fino ad Ampezzo. Da qui, segui la SP73, nota anche come Strada del Lumiei, un percorso panoramico di 13 km che attraversa tornanti e gallerie scavate nella roccia fino a raggiungere il Lago di Sauris. In estate, puoi anche arrivare a Sauris da nord, attraversando l'altopiano di Razzo tramite la SP619 dal Cadore o la SS465 dalla Val Pesarina.

La stazione ferroviaria più vicina a Sauris è quella di Carnia. Tuttavia, per una maggiore disponibilità di collegamenti in autobus, è consigliabile arrivare alla stazione di Udine. Diverse linee di autobus collegano Udine, Tolmezzo e Ampezzo con Sauris. Per gli orari e i percorsi degli autobus, è possibile consultare il sito di TPL FVG.

L'aeroporto più vicino a Sauris è il Trieste Airport Friuli Venezia Giulia, situato a Ronchi dei Legionari. Da qui, puoi prendere un treno diretto alla stazione di Udine e poi proseguire in autobus. Anche gli aeroporti di Venezia Marco Polo e Treviso Canova offrono collegamenti in treno fino a Udine.

Una volta arrivati a Sauris, è possibile muoversi facilmente tra i vari borghi noleggiando una e-bike.

SCOPRI ALTRI LUOGHI MERAVIGLIOSI ...

Oasi dei Quadris

Oasi dei Quadris

Un'oasi di pace e biodiversità, centro di reintroduzione della cicogna bianca.

MAGGIORI INFORMAZIONI